Mentre la campagna vaccinale a tutela delle persone più fragili procede sempre più spedita, si inizia ad ipotizzare il piano vaccinale da utilizzare per immunizzare i più piccoli. Da quanto emerso fino ad ora il punto focale di questa campagna sarebbero proprio le scuole.

«Fare la vaccinazioni nelle scuole ai ragazzi? Ci stiamo pensando, come si faceva una volta negli anni ’70». Così il Generale Figliuolo, dopo la sua visita all’università di Porta di Roma. «Il prossimo step sarà sulle classi produttive, i vaccini arriveranno e maggio sarà un mese di transizione. Dopo pensiamo all’estate», ha aggiunto il Commissario straordinario per l’emergenza Covid.

Anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi è sulla stessa lunghezza d’onda. «Innanzitutto bisogna completare la vaccinazione degli insegnanti, siamo arrivati al 70%, dopodiché arriveremo a vaccinare anche i più piccoli. La vaccinazione nelle scuole è una strada da percorrere, ma completiamo la vaccinazione degli insegnanti e di tutto il personale, poi affrontiamo il problema anche dei ragazzi più grandi e progressivamente di tutti quelli che hanno meno di 16 anni» ha detto il ministro.

Per procedere con la somministrazione nelle scuole bisognerà prima avere l’autorizzazione da parte di EMA e di tutti gli altri organi competenti al vaccino per bambini e adolescenti.
Sono due in questo momento le sperimentazioni dei vaccini anti Covid in corso nei bambini e negli adolescenti, entrambe in dirittura di arrivo. Alcuni risultati preliminari stanno arrivando e ci sono i presupposti per ipotizzare che «la loro autorizzazione da parte delle attività regolatorie possa arrivare in tempo per la riapertura delle scuole», ha detto l’immunologo Sergio Abrignani, dell’Università Statale di Milano e membro del Comitato Tecnico Scientifico.

La campagna vaccinale Over 65

La campagna vaccinale in Italia avanza, supera il mezzo milione di dosi al giorno, procede bene anche nel weekend del 1 maggio e punta a completare, in tempi rapidi, la fascia degli over 65: «Quando avremo fatto loro, potremo aprire in maniera multipla e parallela a tutte le classi di età», dice il commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo. Entro fine maggio si potrebbero quindi fare le vaccinazioni a tutte le classi di età sotto i 65 anni, ovvero la campagna di massa e quella nelle aziende.

Fonte: ilSole24 Ore