L’Umbria è una terra estremamente affascinante: intima ed introspettiva, patria di molti eremiti. Una regione piena di valli, fiumi e montagne. Il nostro consiglio è di prendervi il giusto tempo per visitarla, scegliendo un posto dove dormire per poi partire alla scoperta di questa meravigliosa regione, senza spingersi troppo lontano, a volte lo stupore è nelle piccole cose.

Perugia e il Lago Trasimeno

Un ottimo punto di partenza per questo tour è Perugia, e se non siete mai stati vi consigliamo di farlo quanto prima. La città è deliziosa, molto curata, con una forte presenza di giovani dovuta all’università.
Tra i luoghi che non potete perdervi c’è sicuramente la Fontana Maggiore, famosa per le sue enormi vasche di marmo e i bassorilievi e l’Arco Etrusco, uno dei monumenti più grandi rimasto di quest’epoca, creato con blocchi enormi di marmo travertino. Testimonianza della lunga dominazione dello Stato Pontificio è la Rocca Paolina, che con la riunificazione d’Italia fu in parte abbattuta ed ora costituisce una testimonianza molto particolare perché è stata fusa e inglobata in altri monumenti cittadini.
Per esplorare i dintorni di Perugia vi suggeriamo di fare un salto a Corciano, un bellissimo paesino tutto in pietra, che ospita tra l’altro alcuni ristoranti eccellenti.
Per gli amanti delle ceramiche artigianali una meta da non perdere è sicuramente il borgo di Deruta, patria diprestigiosi laboratori artiginali in cui potrete trovare oggetti magnifici realizzati in maniera completamente artigianale. Vi suggeriamo anche di visitare la Chiesa della Madonna del Bagno, un luogo unico al mondo, al suo interno ci sono centinaia di ex voto dipinti su ceramica, come dei piccoli quadri che ritraggono la grazia ricevuta, è davvero un’opera insolita e unica.
Anche il Lago Trasimeno merita una visita, magari accompagnata da bel pranzetto a base di pesce di lago, e a seguire una bellissima passeggiata nella natura.
La seconda tappa del nostro itinerario prevede di fermarsi a Orvieto. Questa bellissima città che si trova ai confine con la Sabina, ha un  centro storico meraviglioso, di stampo medioevale.
Le tre cose che consigliamo di vedere assolutamente sono: il Duomo, Orvieto sotterranea, solo con una visita guidata e il Pozzo di San Patrizio, uno dei luoghi più interessanti della città.
Se vi resta tempo, suggeriamo di fermarsi presso la Città della Pieve, un borgo interamente costruito in mattoni che domina la Val di Chiana. La vista è spettacolare da qualsiasi punto vi troviate, le costruzioni religiose danno esempio della bellissima arte romanica e la cattedrale ospita anche dei quadri del Perugino.
Molto interessante anche il Convento di San Francesco. La storia narra che nel 1280 un gruppo di francescani comprò un oratorio appartenente a dei monaci benedettini per farci un convento molto modesto e una chiesa buia accanto, nei secoli la chiesa è stata modificata varie volte adeguandosi agli stili che si sono susseguiti, mentre dell’antico convento resta solo un muro con delle piccolissime finestre in corrispondenza delle celle dei frati.
Assisi Gubbio e dintorni
Molte persone che che si recanoin Umbria per visitare le terre di San Francesco si limitano ad una sorta di pellegrinaggio sulle orme della vita vita del Santo.
Allontanandosi leggermente da questi percorsi, è possibile scoprire delle vere chicche. Vi proponiamo di fare un salto a Trevi, un borgo davvero meraviglioso che conserva quasi tutte le antiche costruzioni in pietra.  Subito dopo, è la volta di Bevagna, uno dei borghi più curati dell’Umbria, con balconcini pieni di fiori durante tutto l’anno.
Non perdetevi il Palazzo dei Consoli, la chiesa di San Silvestro e quella di San Michele, anche la piazza antistante la chiesa è davvero bella.
Poco distante troviamo Spello, inserito nei borghi più belli d’Italia. Questo paesino è avvolto dalle mura augustee ed infatti troviamo diverse imponenti porte per entrarvi come la Porta Consolare, risalente all’epoca romana, la Porta Venere con le torri di Properzio che si datano all’Età augustea.
Dell’epoca medioevale restano Palazzo Urbani, la Cappella Tega e la famosa Collegiata di Santa Maria Maggiore che ospita dei bellissimi affreschi del Pinturicchio, nella cappella Baglioni dedicati ai signori del tempo.

Fonte: SiViaggia