In queste ore il tratto di mare tra il Canale di Sicilia, il mar Ionio fino al Mar libico risulta particolarmente più caldo della norma con valori 8°C superiori alla media di questo periodo.

Complici le infiltrazioni di aria fredda in contrasto con la superficie del mare caldissima, si è formata una struttura ciclonica di particolare violenza che nelle giornate di giovedì 28 e venerdì 29 Ottobre assumerà le caratteristiche di un ciclone extra tropicale simile agli uragani veri e propri.
I cicloni mediterranei che si formano in quella zona spesso in passato hanno già raggiunto delle caratteristiche paragonabili ad una tempesta tropicale, questa volta, però,  siamo di fronte ad un vero uragano di categoria 1, con venti oltre i 120km/h che apporteranno precipitazioni di entità eccezionale.
In gergo tecnico questo fenomeno è chiamato “MEDICANE”,ossia Uragano Mediterraneo.

Il Medicane attualmente è già visibile dalle immagini satellitari e dopo una breve pausa nelle prime ore di Mercoledì, raggiungerà la massima potenza tra Giovedì 28 e Venerdì 29.
Tra le conseguenze principali infatti ci aspettiamo la possibilità di piogge torrenziali con locali forti temporali in Sicilia ed il rischio concreto di allagamenti. Mentre sulle coste i venti tempestosi soffieranno con raffiche ad oltre 90 km/h con onde alte fino a 5 metri e il pericolo di mareggiate lungo i litorali più esposti, soprattutto in Sicilia. 

Il maltempo nelle ultime 24 ore ha condizionato anche l’attività dell’aeroporto di Catania. In numerosi comuni, stop alle lezioni e scuole chiuse. Problemi per diverse arterie stradali, con interventi sulla statale 385 ‘Di Palagonia’ all’altezza di Lentini e la statale 194 ‘Ragusana’. Centinaia gli interventi di forze dell’ordine e vigili del fuoco per soccorrere famiglie rimaste isolate e automobilisti in panne.

La pioggia sarà protagonista con precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, con fenomeni più frequenti sui settori centro-orientali. Le previsioni fanno riferimento anche a grandinate, con fulmini e violente raffiche di vento. Nel resto della Sicilia, allerta arancione, con un livello di rischio inferiore.

Quadro complesso anche in Calabria, dove “si prevedono precipitazioni diffuse ed intense, a prevalente carattere di rovescio o temporale, con fenomeni particolarmente insistenti sui settori ionici”. Si tratta di fenomeni che saranno “accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”. Inoltre, nel bollettino sono previsti anche “venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte con tendenza ad ulteriori temporanei rinforzi sui settori ionici”.

Fonte: Il Meteo