Il Lago di Garda è una meta perfetta per passare un weekend all’insegna del relax e del benessere, soprattutto per chi abita al nord Italia.
I periodi migliori in cui recarsi al Lago sono le mezze stagioni, la primavera e l’autunno, ma anche l’estate (se non troppo calda) può regalare giornate fantastiche.

Vediamo insieme cosa si può organizzare per un weekend di luglio! 

Il primo giorno potreste decidere di tornare un po’ bambini organizzando una gita al parco divertimenti di Gardaland. Se avere poco tempo a disposizione, vi suggeriamo di acquistare il pacchetto Gardaland Express. Si tratta di un braccialetto che permette l’accesso veloce alle attrazioni salvo dove diversamente specificato. Le giostre del parco sono davvero tantissime di seguito suggeriamo quelle più “adrenaliniche” che non potete assolutamente perdere:

  • Blue Tornado
  • Raptor
  • Fuga da Atlantide
  • Oblivion
  • I Corsari
  • Space Vertigo

Se avete tempo consigliamo di visitare anche l’acquario di Gardaland, a pochi metri dal parco principale. Un’attrazione davvero sorprendente e adatta sia ai grandi sia ai piccini. Usciti dal parco, vale la pena fermarsi a Desenzano, città sul versante sud-ovest del lago caratterizzata da un bellissimo centro storico, molto vivace e pieno di bei locali.

Il secondo giorno, dopo una bella colazione magari in riva al lago,è tempo di visitare Sirmione, città costruita su un lungo istmo e famosa per i suoi centri termali.
Nel caso organizzaste una visita a Sirmione in primavera o in estate consigliamo caldamente una tappa presso i bagni termali all’aperto: una vera oasi del relax con vista sul lago.

Dopo una pausa di relax ai bagni termali, è tempo di fare una passeggiata nel centro storico della città, qui vi segnaliamo i seguenti luoghi:

Castello Scaligero
Era una fortezza costruita in adiacenza alle vecchie mura della città. Di fianco al castello potete trovare una piccola spiaggia in cui i visitatori sono soliti riunirsi per ammirare i cigni e dar loro da mangiare.

Lido delle Biond
Si tratta di una spiaggia balneabile a bordo lago, con un lungo molo in legno su cui i bagnanti si stendono a prendere il sole.

Grotte di Catullo
Sono i resti di una villa romana costruita tra la fine del I secolo a.C. e il I secolo d.C.  nonché esempio più imponente di questo tipo di costruzioni risalente al periodo romano presente nell’Italia settentrionale.

Terminata la visita di Sirmione, vi consigliamo di allungare un po’ la via del rientro per visitare la piccola Lazise, una piccola cittadina nei pressi del lago in cui potrete fermarmi per un veloce caffè nella bellissima piazzetta principale.

Fonte: Weekendieri