La Scala di Milano dal 6 luglio riapre le sue porte agli spettatori dopo 133 giorni di lockdown con una mini stagione di quattro concerti.
Si comincia piano con i quattro concerti ‘ridotti’, per numero di interpreti  e piccole formazioni come quelle con cui la Filarmonica si è già esibita.
il sovrintendente Dominique Meyer ha annunciato che è stata creata una mini-stagione di quattro concerti dal 6 al 15 luglio con formazioni ridotte e massimo 600 spettatori per rispettare le regole del distanziamento contro i duemila ospitati prima del Coronavirus.

L’obbligo della mascherina sarà fino al momento in cui ci si siede per assistere a 75 minuti filati di esibizione, senza intervallo per evitare assembramenti. Motivo per cui resteranno chiusi bar e guardaroba. Dopo l’ultimo spettacolo, il 15 luglio, il teatro chiuderà per manutenzione straordinaria. Sarà infatti rifatto il pavimento del palcoscenico prima della ripartenza di settembre. Il sovrintendente ha anche confermato che il teatro sta “studiando la possibilità di manifestazioni all’aperto” come aveva chiesto il sindaco Beppe Sala.

Per approfondimenti puoi visitare il sito ufficiale del Teatro La Scala o contatta il numero: 02 72 003 744

Per ulteriori info clicca qui o chiama il 1254