Per approfondimenti puoi visitare la pagina del Governo o contatta il numero 06 67793848

Il Governo è in procinto di introdurre norme nazionali anticoronavirus nel nuovo Dpcm. In particolare, sono previste mascherine obbligatorie anche all’aperto, da avere sempre con sé al di fuori della propria abitazione e la proroga al 31 gennaio dello stato di emergenza in scadenza al 15 ottobre. Questo in aggiunta all’impegno di verificare le necessità di individuare ulteriori misure di prevenzione. Per ora nessuna nuova stretta alle attività produttive.
Inoltre, il Governo è intenzionato a impedire alle Regioni di poter emettere ordinanze meno restrittive rispetto alla linea imposta dall’esecutivo. Le Regioni potranno adottare solo misure anti contagio più restrittive di quelle disposte dai Dpcm. Potreanno prevedere norme più permissive solo nei casi in cui i Dpcm espressamente lo prevedano e previo parere conforme del comitato tecnico-scientifico.

La misura delle mascherine obbligatorie è ritenuta necessaria per impedire contatti troppo stretti all’uscita delle scuole, ma anche fuori dai locali pubblici. Si disporrà l’obbligatorietà dell’utilizzo anche all’aperto allorché si sia in prossimità di altre persone non conviventi e dovranno essere indossate non solo nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, come già in passato, ma più in generale nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e anche in tutti i luoghi all’aperto. Non andrà indossata a casa propria, in luoghi isolati e durante lo svolgimento dell’attività sportiva. Saranno fatte salve le linee guida per il consumo di cibi e bevande.
Dall’obbligo saranno esclusi i bambini sotto i sei anni e i soggetti con patologie e disabilità non compatibili con l’uso della mascherina. Per chi non rispettasse l’obbligo di mascherina all’aperto dovrebbero essere previste sanzioni amministrative che vanno da 400 euro a 1000 euro.

Resteranno chiuse le discoteche. Per cinema, teatri e concerti ci sarà il limite di 200 persone per gli spettacoli al chiuso e 1000 persone per quelli all’aperto, con l’obbligo di garantire un metro di distanza tra gli spettatori e la misurazione della febbre all’ingresso.


Per ulteriori info clicca qui o chiama il 1254