Il modello ISEE è la chiave per l’accesso a vari benefici fiscali, alcuni già conosciuti, che da quest’anno verranno arricchiti con una serie di novità.
Chi ha un ISEE basso, ha la possibilità di accedere ai bonus sulle bollette di telefono, luce e gas, agevolazioni per le famiglie con figli, come i bonus scuola. Tra le novità di quest’anno abbiamo agevolazioni per l’acquisto di lenti correttivi o lenti a contatto  e per l’acquisto di giornali e periodici. Inoltre è stato previsto un bonus per l’acquisto di auto elettriche.

Vediamo insieme le principali agevolazioni fiscali riconosciute in relazione al valore dell’ISEE:

Partendo dalle agevolazioni sulle bollette, sono tre le misure da analizzare e per le quali sono previsti diversi limiti di reddito ISEE.

Il bonus sulla bolletta del telefono è riconosciuto a tutti coloro che hanno un reddito annuale, certificato dal modello ISEE 2021, che dovrà essere inferiore agli 8.112,23 euro. Tra le agevolazioni rivolte a chi presenta un valore del modello ISEE basso vi sono poi il bonus gas e il bonus luce. Il limite di reddito varia in base alla composizione del nucleo familiare:

  • in genere il valore del modello ISEE non dovrà superare gli 8.107,5 euro;
  • per i nuclei familiari con più di 3 figli a carico il valore dell’indicatore ISEE non dovrà essere superiore a 20.000 euro.

L’importo dello sconto, applicato direttamente in bolletta, è calcolato secondo diversi parametri: per il bonus sulla bolletta della luce si calcola soltanto la numerosità del nucleo familiare (da un minimo di 125 euro, fino a 173 euro per le famiglie numerose).

Per quanto riguarda invece il bonus gas, il calcolo è più complesso perché è effettuato, oltre in base all’uso che se ne fa (cucina, acqua calda, riscaldamento), anche in base alla zona climatica di appartenenza.

Anche chi ha un ISEE non eccessivamente basso ha diritto ad alcune agevolazioni: tra questa vi è la possibilità di accedere al conto corrente base gratuito.
Potranno richiedere di aprire un conto corrente a zero spese i pensionati, con trattamenti pensionistici non superiori a 18.000 euro all’anno, nonché tutti i contribuenti che presentano un modello ISEE di valore non superiore a 11.600 euro.
L’iniziativa serve appunto a garantire la possibilità di avere un conto corrente senza spese.

Bonus Istruzione
Il sistema di welfare italiano dedica particolare attenzione al mondo dell’istruzione. Anche chi non ha redditi alti deve aver diritto allo studio e a raggiungere i gradi più alti d’istruzione. Per questo, per le famiglie con redditi bassi, sono previste specifiche agevolazioni calcolate in base all’ISEE. C’è ad esempio l’esenzione dal pagamento delle tasse scolastiche, accanto al buono per i libri scolastici disciplinato ogni anno da Comuni e Regioni.
Il diritto alle agevolazioni si estende anche agli anni universitari: in molte regioni oltre a poter concorrere per l’assegnazione delle borse di studio è previsto l’esonero totale dal versamento delle tasse per le famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro, mentre per chi ha un indicatore reddituale compreso tra 20.000 e 30.000 euro ci sono importanti sconti e riduzioni.

Bonus occhiali e lenti a contatto

Spetta ai contribuenti con ISEE fino a 10.000 euro il nuovo bonus occhiali e lenti a contatto, introdotto dalla Legge di Bilancio a partire dal 1° gennaio 2021. L’importo del voucher ammonta a 50 euro, e in tutto sono stanziati 5 milioni di euro all’anno per il 2021 e fino al 2023.
Specifichiamo che l’agevolazione non è ancora partita. Per sapere come fare domanda per ottenere il voucher bisognerà attendere il decreto attuativo congiunto tra Ministero della Salute e Ministero dell’Economia, che stabilirà i criteri, le modalità e i termini per l’erogazione del contributo.

Bonus auto elettriche

Si attende l’emanazione di un decreto attuativo anche per il bonus auto elettriche.
È il comma 77, articolo 1 della Legge di Bilancio 2021 a prevedere, in favore dei contribuenti appartenenti a nuclei familiari con ISEE inferiore a 30.000 euro il bonus del 40% per l’acquisto di auto.
L’incentivo finanzia fino al 31 dicembre 2021 l’acquisto o il leasing di veicoli nuovi di fabbrica, alimentati esclusivamente ad energia elettrica e di potenza inferiore o uguale a 150 kW. L’agevolazione si applica esclusivamente per le auto (categoria M1), ed è alternativa all’ecobonus.
Per l’accesso all’agevolazione è inoltre necessario che il prezzo dell’auto, risultante dal listino ufficiale della casa automobilistica, non superi i 30.000 euro (al netto dell’IVA).

Fonte: Money.it