L’European Medicines Agency (EMA) ha approvato il vaccino anti Covid a singola dose di Johnson & Johnson, ritenendo il suo impiego efficace e sicuro per tutte le persone al di sopra dei 18 anni.  Il vaccino Johnson & Johnson è il quarto approvato dall’Unione Europea, dopo quelli di Pfizer-BioNTech, Moderna e AstraZeneca.

“L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha fornito una valutazione positiva del vaccino contro il Covid-19 di Janssen. Il vaccino è sia sicuro sia efficace. Ora ci muoveremo rapidamente per concedere l’autorizzazione all’immissione in commercio”. Lo scrive su Twitter la Commissione europea.

 La raccomandazione Ema si basa sull’analisi di uno studio clinico che ha coinvolto 44mila persone negli Stati Uniti, in Sud Africa e nei paesi dell’America Latina. Lo studio ha rilevato un’efficacia del vaccino del 67%. Gli effetti collaterali nello studio sono risultati generalmente lievi o moderati e sono stati risolti entro un paio di giorni dalla vaccinazione. “La sicurezza e l’efficacia del vaccino – si legge in una nota Ema – continueranno a essere monitorate poiché viene utilizzato in tutta l’Ue, attraverso il sistema di farmacovigilanza dell’Ue e ulteriori studi sia da parte dell’azienda che delle autorità europee”.

“Questo è il primo vaccino che può essere usato come dose singola”, ha ricordato la direttrice esecutiva dell’EMA Emer Cooke.

Nei mesi scorsi l’Unione Europea aveva contrattato la fornitura di almeno 200 milioni di dosi a partire dal secondo trimestre di quest’anno. Le prime consegne dovrebbero quindi avvenire tra la fine di marzo e l’inizio di aprile.. 

Il vaccino di J&J viene impiegato negli Stati Uniti dal 27 febbraio scorso, in seguito alla diffusione da parte dell’azienda farmaceutica dei primi risultati positivi dei suoi test clinici, condotti in diversi paesi. Il vaccino è stato sviluppato da Janssen Pharmaceutica (di proprietà di J&J) in collaborazione con il Centro Medico Beth Israel Deaconess (Stati Uniti). A differenza di quelli di Pfizer-BioNTech e di Moderna, il vaccino di J&J utilizza un virus sostanzialmente innocuo per il nostro organismo.

Un’arma in più contro il Coronavirus, soprattutto dopo la decisione da parte di diversi Paesi dell’UE di sospendere temporaneamente le somministrazioni del vaccino AstraZeneca fino alla decisione definitiva di EMA che verrà comunicata il prossimo 18 marzo. 

Fonte: laRepubblica