Per maggiori informazioni visita il sito di La Repubblica

Il 14 dicembre dalle 13 circa, i servizi di Google sono stati inaccessibili in numerose nazioni. Praticamente la maggior parte dei servizi del colosso di Mountain View risultavano non funzionanti. 

Google ha spiegato che il disservizio è stato causato da un malfunzionamento nel «sistema di autenticazione», durato all’incirca un’ora a causa di un «problema di archiviazione interno». Problema ora risolto. «Ci scusiamo con chiunque sia stato affetto dal malfunzionamento e condurremo uno studio accurato per fare in modo che questo non si ripeta», scrivono ancora. 

Il disservizio è dunque legato agli strumenti di autenticazione, le quali gestiscono le modalità di accesso a tutte le piattaforme che vengono gestite da Google o da terzi.

Era impossibile infatti accedere a quei servizi che necessitano del Log In per funzionare, come Gmail. Mentre gli utenti riuscivano ancora ad utilizzare quei siti dove non serve accedere, come YouTube. L’episodio di un blackout di Google è raro ma ha dei precedenti. Vi fu un problema analogo nei sistemi Google nel 2019, quando prevalentemente negli Stati Uniti, in Europa era notte, vi fu un blackout nei sistemi. Quest’ultimo si era però originato da un cambiamento errato delle impostazioni del server.


Per ulteriori info clicca qui o chiama il 1254