Le nostre azioni quotidiane influenzano l’ambiente, può stupire sapere che anche scegliere con maggiore attenzione i cibi che portiamo sulla nostra tavola può contribuire a salvaguardare la natura e ad aumentare il nostro benessere.
Prediligere i cibi di stagione è un ottimo inizio per cercare di adottare uno stile di vita più rispettoso della natura e soprattutto più sano. Orientarsi in questo senso può essere difficile, soprattutto quando nei supermercati è facile trovare praticamente tutti i cibi nell’arco dell’anno.

I cibi di stagione sono alimenti più sani che non richiedono un grande uso di concimi, conservanti e maturanti per consentire il loro sviluppo in un periodo dell’anno per loro non congeniale. Crescono al sole con i loro tempi e proprio per questo hanno migliori proprietà organolettiche, sono ricchi di nutrienti e grazie al clima a loro più adatto garantiscono un sapore più intenso.
I cibi di stagione sono più sani e più freschi, non richiedono sostanze aggiunte per favorire la maturazione, richiedono meno trasporti e quindi hanno un minor impatto sull’ambiente e ci permettono di risparmiare. Abbattere i costi di conservanti e maturanti non solo vuole dire mangiare un alimento più sano ma anche avere una minore dispersione di sostanze nocive nell’ambiente oltre che nel nostro organismo.
In più, quando un alimento può essere coltivato nel suo luogo d’origine, è facile intuire come si possano abbattere, almeno in parte, i costi relativi al suo trasporto: una fonte di inquinamento in meno ed un risparmio per il nostro portafogli.

Siamo a primavera inoltrata e Maggio con i suoi colori e profumi ci regala giornate di sole che vanno allungandosi sempre di più per la gioia dei banchi della frutta e della verdura che si riempiono di cibi sempre più succosi!

Scopriamo insieme!

VERDURA E VERDURA 

Le verdure sono uno di quegli alimenti che non possono mai mancare in una dieta sana ed equilibrata. Nel mese di maggio quelle caldamente raccomandate sono carote, fagiolini, fave, asparagi, cetrioli, rape, catalogna, zucchine, cipolle, spinaci, carciofi, scalogno, cavoli, cipollotti. Seguono rucola, crescione, ravanelli, taccole, finocchio, rafano, porro, indivia, barbabietola, lattuga, pomodori, patate, piselli. Per quello che invece riguarda la frutta, maggio è sicuramente il mese delle fragole e delle albicocche, seguite dalle prime ciliegie e pesche, le arance sanguinelle ricche di vitamina C, pere, pompelmi e nespole.

PROTEINE 

Per quello che riguarda un’assunzione di proteine animali sostenibile e consapevole, nel mese di maggio è bene prediligere il pescato di stagione di cui fa parte il tonno,  il pesce spada, l’acciuga, il dentice, il cefalo, la spigola, il merluzzo, la sogliola, il nasello e le sardine.

Fonte: Il miele buono