Dal 23 agosto scorso è possibile richiedere il bonus rottamazione TV, il nuovo incentivo per favorire l’acquisto di dispositivi in grado di supportare i rapidi cambiamenti tecnologici che ci stiamo trovando ad affrontare. 

Se ne può beneficiare rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, data di entrata in vigore dello standard di codifica HEVC MAIN 10, il nuovo standard tecnologico a cui si devono adattare tutte le varie emittenti televisive. 

Il nuovo bonus è finalizzato a favorire la sostituzione degli apparecchi televisivi obsoleti attraverso un corretto smaltimento dei rifiuti elettronici anche in un’ottica di tutela dell’ambiente.

Il Bonus rottamazione TV va presentato compilando l’apposito modulo disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo economico.
Il Bonus si traduce in uno sconto del 20% sul prezzo di acquisto di un nuovo TV fino ad un importo massimo di 100 euro. Si potrà richiedere fino al 31 dicembre 2022 o fino ad esaurimento delle risorse stanziate. É rivolto a tutti i cittadini residenti in Italia senza limiti di ISEE, un requisito che lo differenzia dal precedente incentivo varato nel 2019, riservato a cittadini con un ISEE non superiore ai 20.000 euro.
I due Bonus sono egualmente in vigore e sono pertanto cumulabili per l’acquisto di un solo apparecchio (e per una sola volta).

I requisiti da rispettare per poter ottenere il contributo sono i seguenti:

  • Residenza in Italia.
  • Si deve rottamare un TV acquistato prima del 22 dicembre 2018 in quanto si presuppone che non sia in grado di ricevere trasmissioni in codifica HEVC Main 10.
  • Si deve risultare in regola con il pagamento del Canone TV; sono esentati i cittadini di età pari o superiore ai 75 anni.

Gli apparecchi da rottamare si possono consegnare direttamente ai rivenditori aderenti all’iniziativa nel momento in cui si acquista il nuovo TV. Contestualmente a tale operazione è necessario consegnare anche l’autodichiarazione compilata disponibile a questo link.

In alternativa alla consegna al rivenditore è possibile conferire il vecchio TV in un’isola ecologica autorizzata prima di acquistare il nuovo modello con DVB-T2. In questo caso gli addetti dovranno convalidare il modulo, pre-compilato dal cittadino, in modo da certificare l’avvenuta consegna dell’apparecchio. Il modulo firmato va poi presentato ad uno dei punti vendita aderenti per ottenere lo sconto.
Al modulo va sempre allegata una copia della carta d’identità e del codice fiscale.

Fonte: HDBlog